Calcolo online dei dati climatici

Analisi termica semplificata per uso residenziale

L'applicazione fornisce una prima stima orientativa del fabbisogno termico in funzione dei dati climatici, della superficie e del piano dell'abitazione.

Il calcolo semplificato della potenza nominale del generatore di calore è effettuato attraverso coefficienti tabellari ed è valido per singole unità immobiliari uso abitazione.

mq
cm

Avvertenza
il calcolo semplificato del potenziale termico è da ritenersi indicativo, la quantificazione della potenza specifica di riscaldamento è un metodo empirico di controllo. L'applicazione non può sostituire l'analisi termica dell'abitazione. Vedi metodo di calcolo

Modifica parametri

Coefficienti di calcolo

Zona climatica
Gradi giorno
Altitudine
Ore di riscaldamento
Periodo riscaldamento
Giorni di riscaldamento
Δ temperatura °
U pareti (W/m2K)
U coperture (W/m2K)
U solai (W/m2K)
U infissi (W/m2K)
Volume d'aria m3

Dimensionamento #

KWh ≈
Kcal h ≈
Btu h ≈

** Il dimensionamento nominale per il riscaldamento invernale rappresenta un valore approssimativo calcolato per interpolazione lineare. L'algoritmo ha ampi margini di approssimazione per quanto riguarda le caratteristiche dell'involucro edilizio, i ponti termici lineari ed il rapporto di forma S/V.

Il dimensionamento termico, espresso in KWh, esprime la potenza nominale del generatore. Il consumo effettivo è funzione dell'efficienza termica del generatore di calore (caldaia a gas, pompa di calore etc.) e dell'efficienza dei corpi scaldanti (pavimentazione radiante, caloriferi ,termoconvettori etc.). Ad esempio una pompa di calore classe A++ con indice Cop≥4.6 per generare

Le zone climatiche

Le zone climatiche sono aree del territorio italiano con escursioni termiche omogenee in un determinato intervallo minimo e massimo. Le zone climatiche fanno riferimento ai gradi giorno [GG] ovvero la somma, estesa ai giorni del periodo annuale di riscaldamento, della differenze tra la temperatura convenzionale dell'ambiente e la temperatura media esterna giornaliera:

GG=ne=1(20°-Te)

I GG sono indispensabili per il calcolo del fabbisogno di energia dell'abitazione.

Tabella dei gradi giorno [GG]

GGGGh risc.iniziofine
A060061 Dicembre15 Marzo
B60190081 Dicembre31 Marzo
C90114001015 Novembre31 Marzo
D14012100121 Novembre15 Aprile
E210130001415 Ottobre15 Aprile
F3001nessuna limitazione

Posizione dell'abitazione

Sono previsti cinque casi semplificati:

  1. L'abitazione è al piano terra su fondazione;
  2. L'abitazione è al piano terra su garage;
  3. L'abitazione è a un piano intermedio;
  4. L'abitazione è all'ultimo piano con copertura a terrazzo;
  5. L'abitazione è all'ultimo piano con copertura a tetto spiovente;

La posizione dell'abitazione rispetto al fabbricato serve a delineare eventuali criticità delle strutture orizzontali ovvero la dispersione termica di solai e/o coperture

Superficie

Immettere la superficie netta dei locali coperti e separati dall'esterno da diaframmi verticali (volume riscaldato). Escludere i balconi, le terrazze, i porticati e tutte le altre superfici che comunichino direttamente con l'esterno (volumi non riscaldati).

Isolamento dell'involucro

Sono previsti tre ipotesi d'isolamento:

  1. Abitazione non isolata termicamente, in questo caso si presuppongono intervalli di trasmittanza alti;
  2. Abitazione con isolamento medio, corrisponde approssimativamente alla classe energetica C/D;
  3. Abitazione con ottimo isolamento termico;

La composizione delle murature e il tipo di struttura sono importanti per la determinazione dei ponti termici e la trasmittanza delle chiusure opache verticali

Altezza interpiano

L'altezza interpiano deve essere espressa in centimetri senza il punto come separatore decimale

es. 280 cm

Nel caso l'abitazione si sviluppi su due piani collegati (* comunicanti) l'altezza sarà la somma dei due interpiani: es. 270 + 320 = 600 centimetri. L'applicazione supporta un altezza minima di 250 ed una altezza massima di 800 centimetri.

Classi SEER e SCOP per pompa di calore

RaffreddamentoClasseRiscaldamento
SEER ≥ 8,50A+++SCOP ≥ 5,10
6,10 ≤ SEER → 8,50A++4,60 ≤ SCOP → 5,10
5,60 ≤ SEER → 6,10A+4,00 ≤ SCOP → 4,60
5,10 ≤ SEER → 5,60A3,40 ≤ SCOP → 4,00
4,60 ≤ SEER → 5,10B3,10 ≤ SCOP → 3,40
4,10 ≤ SEER → 4,60C2,80 ≤ SCOP → 3,10
3,60 ≤ SEER → 4,10D2,50 ≤ SCOP → 2,80
3,10 ≤ SEER → 3,60E2,20 ≤ SCOP → 2,50
2,60 ≤ SEER → 3,10F1,90 ≤ SCOP → 2,20
SEER → 2,60GSCOP → 1,90

Min. invernali di progetto UNI 5364

AGRIGENTO:+3
ALESSANDRIA:-8
ANCONA:-2
AOSTA:-10
AQUILA:-5
AREZZO:+0
ASCOLI-PICENO:-2
ASTI:-8
AVELLINO:-2
BARI:+0
BELLUNO:-10
BENEVENTO:-2
BERGAMO:-5
BIELLA:-9
BOLOGNA:-5
BOLZANO:-15
BRESCIA:-7
BRINDISI:+0
CAGLIARI:+3
CALTANISSETTA:+0
CAMPOBASSO:-4
CASERTA:+0
CATANIA:+5
CATANZARO:-2
CHIETI:+0
COMO:-5
COSENZA:-3
CREMONA:-5
CROTONE:+3
CUNEO:-10
ENNA:-3
FERRARA:-5
FIRENZE:+0
FOGGIA:+0
FORLI-CESENA:-5
FROSINONE:+0
GENOVA:+0
GORIZIA:-5
GROSSETO:+0
IMPERIA:+0
ISERNIA:-2
LA-SPEZIA:+0
LATINA:+2
LECCE:+0
LECCO:-5
LIVORNO:+0
LODI:-5
LUCCA:+0
MACERATA:-2
MANTOVA:-5
MASSA-CARRARA:+0
MATERA:-2
MESSINA:+5
MILANO:-5
MODENA:-5
NAPOLI:+2
NOVARA:-5
NUORO:+0
ORISTANO:+3
PADOVA:-5
PALERMO:+5
PARMA:-5
PAVIA:-5
PERUGIA:-2
PESARO-URBINO:-2
PESCARA:+2
PIACENZA:-5
PISA:+0
PISTOIA:+0
PORDENONE:-5
POTENZA:-3
PRATO:+0
RAGUSA:+0
RAVENNA:-5
REGGIO-CALABRIA:+3
REGGIO-EMILIA:-5
RIETI:-3
RIMINI:-5
ROMA:+0
ROVIGO:-5
SALERNO:+2
SASSARI:+2
SAVONA:+0
SIRACUSA:+5
SONDRIO:-10
TARANTO:+0
TERAMO:+0
TERNI:-2
TORINO:-8
TRAPANI:+5
TRENTO:-12
TREVISO:-5
TRIESTE:-5
UDINE:-5
VARESE:-5
VERBANIA:-5
VERCELLI:-7
VENEZIA:-5
VERONA:-5
VIBO-VALENTIA:-3
VICENZA:-5
VITERBO:-2

Metodo di calcolo

Il metodo utilizzato per il calcolo di massima del generatore termico si basa sull'interpolazione lineare di coefficienti tabellari che esprimono il fabbisogno teorico in Watt per m2 in funzione delle zone climatiche del territorio italiano e della temperatura minima di progetto.

Prendiamo ad esempio un appartamento di 145 mq ubicato all'ultimo piano nel comune di Roma scarsamente isolato. Si ricavano 1415 GG (vuol dire che durante 166 giorni di riscaldamento la sommatoria della differenza tra 20° e le temperature esterne è pari a 1415°. L'interpolazione lineare dei coefficienti termici ci restituisce un fabbisogno medio di 32 Watt/m2 che verrà successivamente adattato a 38.4 Watt/m2 in quanto l'appartamento si trova all'ultimo piano con scarso isolamento dei solai. I valori unitari vengono convertiti in KW / Btu / Kcal

Si precisa che il calcolo della prestazione energetica dell'abitazione deve essere effettuato attraverso un audit professionale del fabbricato in funzione della disposizione planimetrica, della geometria dei singoli ambienti, della superficie e della trasmittanza U [W/m²K] delle superfici disperdenti, del flusso termico in prossimità dei ponti termici lineari, del rapporto di forma S/V dell'edificio, dell'esposizione solare e della ventilazione