Impianto elettrico

Impianto elettrico edifici residenziali

  1. Punto luce sottotraccia comprensivo di scatola di derivazione e morsetti, conduttori tipo NO7V-K di sezione minima 1,5 mm² (fase terra), scatola portafrutto incassata a muro, frutto, tubazione in pvc autoestinguente incassata sotto intonaco diametro minimo 20 mm. Posto in opera a regola d'arte, escluse le opere murarie e la linea dorsale:

  2. Incremento al punto luce in traccia per quota linea dorsale da applicare in presenza di un numero di punti luce superiore a 4 derivati dallo stesso circuito realizzata sottotraccia con conduttori tipo NO7V-K con tubazioni e scatole in pvc autoestinguente incassate sotto intonaco, morsetti di derivazione a mantello, il tutto dal quadro di piano, incluso ogni onere per dare l'opera finita a regola d'arte ed anche le eventuali opere murarie di scasso e ripristino della muratura esistente di qualsiasi tipo esclusa quella in pietra, compresa la rasatura ed esclusa la tinteggiatura:

  3. Incremento al punto luce per opere murarie comprensivo degli scassi e dei ripristini della muratura esistente di qualsiasi tipo, esclusa quella in pietra dalla, scatola di derivazione della linea dorsale, compresa la rasatura ed esclusa la tinteggiatura

  4. Punto luce e punto di comando realizzati in vista esclusa la linea dorsale comprensivi di scatole di derivazione in pvc autoestinguente, tubazione rigida diametro minimo 20mm o canaletta di analogo materiale, posata in vista dalla linea dorsale, conduttori tipo NO7V-K di sezione minima di fase o di terra pari a 1,5 mm², scatole portafrutto e cestello , frutto, incluso ogni onere quali: stop, viti di fissaggio, collari, curve ed quanto altro occorra per dare l'opera finita a regola d'arte:

  5. Incremento al punto luce in vista per esecuzione IP44/IP55 realizzato con conduttori tipo NO7V-K in tubazione in pvc rigida diametro minimo 20 mm o flessibile autoestinguente filettata o raccordabile o con tubazione in ferro rigida o flessibile o raccordabile, scatole in ferro. Il tutto posto in opera a regola d'arte:

  6. Incremento per punto luce in vista per quota dorsale da applicare in presenza di un numero superiore a 4 punti luce derivati dallo stesso circuito realizzato con tubazione diametro minimo 20 mm o canaletta e scatole di derivazione in pvc autoestinguente o in ferro fissato a muro, conduttori dorsali tipo NO7V-K:

  7. Sostituzione di punto luce comprendente lo sfilaggio dei conduttori esistenti, la rimozione dei frutti, la loro sostituzione unitamente a quella dei conduttori con conduttori tipo NO7V-K di idonea sezione (min. 1,5 mm²), delle placche dei morsetti e quanto altro occorra per dare l'opera finita a regola d'arte, compreso quello della sostituzione della linea dorsale al quadro di piano e di zona:

  8. Punto di comando con regolatore elettronico di luminosità da applicare su scatola portafrutto, in sostituzione del dispositivo di comando, per la regolazione di carichi resistivi max 500W, completo di filtro antidisturbo, accessori e cablaggio. Compreso quanto altro occorre per dare il lavoro finito:

  9. Punto di comando con interruttore a raggi infrarossi passivi con raggio d'azione di 8 m, da applicare su scatola portafrutto in sostituzione del dispositivo di comando, con uscita a relè, completo di regolazione di durata e soglia di intervento, di accessori e cablaggio. È compreso quanto altro occorre per dare il lavoro finito

  10. Incremento al punto luce per relè passo-passo o monostabile da applicare su scatola portafrutto per portata lOA (AC 1), completo di accessori e cablaggio. Compreso quanto altro occorre per dare l'opera finita:

  11. Punto di comando con ricevitore a raggi infrarossi con pulsante incorporato, da applicare su scatola portafrutto, in sostituzione del dispositivo di comando, completo di cablaggio e di accessori. È compreso quanto altro occorre per dare l'opera finita:

  12. Compenso per telecomando portatile a raggi infrarossi, minimo 4 canali, completo di batteria, accessori e cablaggio. Compreso quanto altro occorre per dare l'opera finita:

Prese elettriche FM

  1. Punto presa sottotraccia esclusa la linea dorsale comprensivo della scatola di derivazione incassata a muro, morsetti di derivazione a mantello, conduttori del tipo NO7V-K di sezione minima di fase e di terra pari a 2,5 mm² (per prese fino a 16A), 6 mm² (per prese fino a 32A), scatola portafrutto, frutto, tubazione in pvc autoestinguente diametro minimo 20 mm, incassata sotto intonaco. Posto in opera a regola d'arte, escluse le opere murarie, incluso ogni onere e quanto altro occorra per dare l'opera finita a regola d'arte:

  2. Incremento per punto presa in traccia per quota di linea dorsale da applicare in presenza di un numero superiore a 4 prese derivate dallo stesso circuito, realizzato sottotraccia con conduttori NO7V-K con tubazione diametro minimo 20mm, scatole in pvc autoestinguente incassate sotto intonaco, morsetti di derivazione a mantello; il tutto dal quadro di piano o di zona, e quanto altro occorra per dare l'opera finita a perfetta regola d'arte ed anche le eventuali opere murarie di scasso e ripristino della muratura esistente di qualsiasi tipo esclusa quella in pietra, compresa la rasatura e le opere murarie, esclusa la tinteggiatura:

  3. Incremento al punto presa per opere murarie comprensivo degli scassi e dei ripristini della muratura esistente in forati o mattoni dalla scatola di derivazione della linea dorsale per punto presa, compresa la rasatura, esclusa la tinteggiatura:

  4. Punto presa in vista esclusa la linea dorsale comprensivo della scatola di derivazione in pvc autoestinguente, tubazione rigida diametro minimo 20mm,o canaletta di analogo materiale, posata in vista dalla linea dorsale, conduttori tipo NO7VK di sezione minima di fase e di terra pari a 2,5 mm² (per prese fino a 16A) e 6 mm² (per prese fino a 32A), scatole portafrutto, frutto; incluso stop, viti di fissaggio, collari, curve e quanto altro occorra per dare l'opera finita a regola d'arte:

  5. Incremento al punto presa in vista per esecuzione IP44/IP55 realizzato con conduttori tipo NO7VK con tubazione in pvc autoestinguente rigida o flessibile, filettabile o raccordabile, scatole in pvc o in ferro. Il tutto posto in opera a regola d'arte:

  6. Incremento al punto presa in vista per quota di linea dorsale da applicare in presenza di un numero superiore a 4 prese derivate dallo stesso circuito realizzato con tubazione o canaletta e scatole di derivazione in pvc autoestinguente o in ferro, fissate a muro, conduttori dorsali NO7V-K. Incluse curve, viti di fissaggio, stop e quanto altro occorra per dare l'opera finita a regola d'arte:

  7. Sostituzione di punto presa comprendente lo sfilaggio dei conduttori esistenti, la rimozione dei frutti, la loro sostituzione unitamente a quella dei conduttori con cordicelle NO7V-K di idonea sezione (min. 2,5 mm²), delle placche, dei morsetti e quanto altro occorra per dare l'opera finita a perfetta regola d'arte, compresa la sostituzione della linea dorsale dal quadro di zona:

  8. Protezione singola di presa di corrente costituita da interruttore da inserire in scatola portafrutto, serie civili per comando e protezione singola presa, posta in opera a regola d'arte completa di collegamenti:

  9. Punto presa CEE trifase da 63A realizzato con conduttore NO7V-K di sezione minima pari a 16 mm² sia di fase che di terra, in tubazione in pvc filettata diametro minimo 25 mm, o raccordabile su scatole in pvc o in tubazione in ferro zincato filettata diametro minimo 25 mm, o raccordabile su scatole in ferro; il tutto con grado di protezione IP44 o IP55 escluso l'apparecchio, posto in opera a regola d'arte, dalla scatola di derivazione della linea dorsale:

  10. Presa fissa CEE in materiale plastico autoestinguente con grado di protezione minimo IP44 o IP55 in esecuzione da parete o da incasso, posta in opera a regola d'arte:

  11. Presa CEE in materiale plastico autoestinguente in custodia minima IP55, provvista di interruttore di blocco e fusibili e di eventuali supporti, posta in opera a regola d'arte:

  12. Presa CEE con custodia in materiale metallico e grado di protezione minimo IP55, provvista di interruttore di blocco, fusibili e di eventuali supporti, posta in opera a regola d'arte:

  13. Scatola di derivazione per allaccio torrette a pavimento da inserire al di sotto di pavimento ispezionabile, comprensiva della quota di due linee dorsali, con conduttori tipo NO7V-K, di sezione minima pari a 4 mm², comprese le tubazioni e le scatole di derivazione, una per la linea F.M ordinaria ed una per la preferenziale; comprensiva delle tubazioni diametro minimo 25 mm, e delle uscite per una linea servizi telefonici ed una per i terminali tramisione dati EDP, correnti separate fra loro e da quelle dell'alimentazione elettrica anche nelle scatole di derivazione. Posta in opera a perfetta regola d'arte, completa di ogni accessorio, esclusi i conduttori delle linee servizi:

  14. Torretta da 16/20 moduli attrezzata con base da pavimento completa di servizi elettrici, costituiti da almeno 2 prese 2x10 A per F.M ordinaria e 2 prese tipo UNEL per F.M preferenziale, 1 presa telefonica ed 1 presa terminale tramissione dati in categoria minima 5E EDP, completa di supporti, cavi e canalizzazioni di collegamento alla scatola di derivazione, da inserire su pavimento ispezionabile. Posta in opera a perfetta regola d'arte inclusi i conduttori tipo NO7V-K di alimentazioni elettriche normale e privilegiata , di sezione minima pari a 2,5 mm², ed esclusi i conduttori delle linee di servizio:

Impianti di terra

  1. Punto di allaccio per collegamento equipotenziale realizzato con corda in rame di sezione minima pari a 6 mm² da porre in opera all'interno di tubazione in vista o sottotraccia, per collegamenti alla rete generale di terra delle masse metalliche o delle tubazioni idriche, ecc., al nodo o fra le masse stesse. Posto in opera a regola d'arte:

  2. Nodo equipotenziale costituito da barretta in rame forata o da sistema analogo, contenuta in apposita scatola di derivazione, connessa alla rete generale di terra con cavo di sezione adeguata. Sono compresi: le eventuali opere murarie, le targhette identificatrici da apporre nei terminali dei cavi, i collegamenti alla rete generale di terra. Posto in opera a regola d'arte:

  3. Incremento al punto presa per placche in tecnopolimero, doppio guscio e ganci di inserimento, per ogni punto punto presa:

  4. Incremento al punto presa per placche metalliche, doppio guscio e ganci di inserimento, per ogni punto punto presa:

  5. Incremento al punto punto presa per placche metalliche di pregio, da applicare in caso di utilizzazione di placche in pressofusione con lavorazione aggiuntiva costituita da procedimenti di bagno in oro zecchino, satinatura o analoghi. È compreso quanto altro occorre per dare il lavoro finito. Per ogni puntodi comando:

  6. Punto presa trasmissione dati cat.5e sottotraccia esclusa la linea, comprensivo di quota parte della scatola di derivazione dalla canalizzazione, scatola portafrutto, frutto, tubazione in pvc autoestinguente diametro minimo 32 mm, incassata sotto intonaco. Posto in opera a regola d'arte, escluse le opere murarie, incluso ogni onere e quanto altro occorra per dare l'opera finita a regola d'arte. presa RJ45 cat. 5e:

  7. Quadro elettrico da esterno in robusta struttura metallica, con lamiera dello spessore minimo 15/10, elettrosaldata e pressopiegata, verniciato a fuoco, monoblocco o modulare, I.P. 30., con pannello e sportello a chiave, targhette ed ogni accessorio atto a contenere le apparecchiature, struttura modulare ampliabile, al m² di superficie frontale:

  8. Quadro elettrico da incasso a struttura metallica, con lamiera dello spessore minimo 10/10, elettrosaldata e pressopiegata, verniciato a fuoco, modulare, I.P. 30., con pannello e sportello a chiave, targhette ed ogni accessorio atto a contenere le apparecchiature, struttura modulare ampliabile, al m² di superficie frontale:

  9. Cablaggio per interruttori modulari, con morsettiera, al polo:

  10. Cablaggio per interruttori scatolati, con morsettiera, al polo:

  11. Cablaggio per interruttori scatolati, comprendenti collegamento alle sbarre omnibus, isolatori di sostegno, uscita con barre di rame, al polo:

  12. Armadio in materiale poliestere IP 549, completo di serratura a chiave universale o tipo Yale e di tutti gli accessori, compresi 2 supporti della eventuale piastra di fondo (esclusa), al m² di superficie frontale:

  13. Attrezzaggio di quadro elettrico in armadio stagno, in materiale poliestere IP 549, costituito da carpenteria metallica, guida DIN, pannello frontale. Il cablaggio delle apparecchiature e dei circuiti ausiliari è realizzato con conduttore H07V-K, intestato con terminali a compressione isolati, posato entro canalina isolante in PVC autoestinguente e facente capo ad una morsettiera ad elementi componibili di primaria qualità (steatite). Il quadro è completato con targhette pantografate sotto ogni asola porta interruttore, schema di dotazione unifilare, barra collettrice di terra, minuterie e quanto altro occorre nel rispetto della normativa CEI ed ENPI, esclusa la installazione delle apparecchiature e dell'armadio in materiale poliestere, al m² di superficie frontale:

  14. Centralino in materiale termoplastico con sportello incernierato, I.P. 40, predisposto al montaggio di apparecchiature modulari a mezzo guida DIN. completo di eventuale morsettiera ed accessori, in esecuzione da incasso o da esterno:

  15. Centralino in materiale termoplastico con sportello incernierato, I.P. 55, predisposto al montaggio di apparecchiature modulari a mezzo guida DIN, completo di eventuale morsettiera, accessori, cablaggio ecc.; in esecuzione da incasso o da esterno, fino a 8 moduli:

  16. Cassetta di sicurezza per interruttore o pulsante di emergenza in materiale termoplastico completo di sportello con vetro e serratura, da esterno o da incasso:

  17. Amperometro da quadro ad indicazione analogica, ad inserzione diretta o ad inserzione tramite trasformatore amperometrico (escluso), del tipo da pannello o modulare per guida DIN, completo di cablaggio:

  18. Amperometro da quadro ad indicazione digitale, ad inserzione diretta o ad inserzione tramite trasformatore amperometrico (escluso), del tipo da pannello o modulare per guida DIN, completo di cablaggio:

  19. Voltmetro da quadro ad indicazione digitale, del tipo da pannello o modulare per guida DIN, completo di cablaggio:

  20. Commutatore volmetrico a tre vie, da pannello o modulare per guida DIN, completo di cablaggio:

  21. Lampada spia da quadro con gemma colorata completa di portalampada ed ogni altro accessorio per renderla funzionante, compreso il cablaggio, anche del tipo modulare da quadro per attacco su guida DIN:

  22. Piastra di fondo di qualsiasi dimensione e forma, sagomata e forata, completa di bulloneria e quanto altro occorre per la posa in opera, in lamiera zincata o verniciata dello spessore di 2 o 3mm:

  23. Piastra di fondo di qualsiasi dimensione e forma, sagomata e forata, completa di bulloneria e quanto altro occorre per la posa in opera, in bachelite dello spessore di 5 mm:

  24. Portafusibile del tipo modulare da quadro completo di cablaggio e fusibili, fino a 20A:

  25. Portafusibile del tipo modulare da quadro completo di cablaggio e fusibili, fino a 50A:

  26. Presa italiana o Schucko 2x10/16 A.+T del tipo modulare da quadro, per attacco su guida DIN, completo di cablaggio:

  27. Suoneria a ronzatore del tipo modulare da quadro, per attacco su guida DIN, completa di cablaggio, tensione 8/220 V, in opera:

  28. Tappeto isolante antisdrucciolo, resistente agli acidi, solventi, grassi ed agli agenti atmosferici, ad alto potere isolante, per tensioni fino a 10KV, compreso il fissaggio a pavimento:

  29. Trasformatore del tipo modulare da quadro, per attacco su guida DIN, monofase, al primario 110/220 V al secondario 4/48 V, completo di cablaggio:

  30. Trasformatore amperometrico completo di cablaggio, in opera:

  31. Lastra di plexiglas o policarbonato trasparente o colorata, sagomata e forata come occorre, completa di quanto occorre per il fissaggio, al m²:

  32. Scomparto tipo POWER CENTER FORMA 4, di tipo prefabbricato modulare, con struttura autoportante realizzata con profilati in lamiera di acciaio dello spessore minimo di 2,5 mm. Pannelli, lamiere di separazione e porte realizzate con lamiera pressopiegata dello spessore minimo 2,0 mm. Grado di protezione interno IP 30 (zona sbarre; zona cavi di potenza; cella interruttori; cella ausiliari)

  33. Attrezzaggio cella di segregazione su scomparto tipo POWER CENTER, per allaccio dei contatti degli interruttori, completo di ogni accessorio per la guida di scorrimento per l'estrazione dell'interruttore, protezione e serrande, rinvii per le segnalazioni elettriche, cablaggio circuiti ausiliari, eventuali strumenti di misura e controllo, (esclusa barratura OMNIBUS):

  34. Multimetro digitale in esecuzione modulare, completo di cablaggio, in opera:

Gruppi statici e batterie

  1. Gruppo statico di continuità tipo "COB" comprendente: raddrizzatore, carica batterie, inverter, batteria di accumulatori, by-pass statico che permetta un passaggio automatico direttamente alla rete in caso di sovraccarico o di guasto del gruppo; un by-pass manuale che permetta un passaggio manuale direttamente sulla rete in fase di manutenzione. Il tutto sarà montato all'interno di uno o più robusti armadi metallici e fornirà una tensione stabilizzata in uscita con tolleranza max del 5% in regime dinamico e del 2% in regime statico. Distorsione in uscita con 100% di carico non lineare minore o uguale al 3%. Rendimento totale minore o uguale al 90%. Tempo di sovraccarico: 125% ≤ 10'; 150% ≤ 30'. Conformi alle norme 50091 (C.E.I. 74.4), in opera:

  2. Gruppo statico di continuità comprendente raddrizzatore, carica batterie, inverter, batteria di accumulatori al Pb ermetiche, by-pass statico per passaggio automatico alla rete in caso di sovraccarico o di guasto del gruppo; by-pass manuale per passaggio manuale alla rete in fase di manutenzione. Montato all'interno di uno o più robusti armadi metallici, tensione stabilizzata in uscita con tolleranza max del 5% in regime dinamico e del 2% in regime statico. Distorsione in uscita con 100% di carico non lineare ≤ 3%. Rendimento totale ≤ 90%. Tempo di sovraccarico: 125% ≤ 10'; 150% ≤ 30'. Conforme alle norme 50091 (C.E.I. 74.4), in opera:

  3. Espansione del pacco batterie per autonomia da 10' fino a 30' completi di armadi, organi di protezione e collegamenti al gruppo di continuità:

  4. Espansione del pacco batterie per autonomia da 10' fino a 60' completi di armadi, organi di protezione e collegamenti al gruppo di continuità:

  5. Gruppo statico di continuità comprendente raddrizzatore, carica batterie, inverter, batteria di accumulatori al Pb ermetiche, by-pass statico che permetta un passaggio automatico direttamente alla rete in caso di sovraccarico o di guasto del gruppo; un by-pass manuale che permetta un passaggio manuale direttamente sulla rete in fase di manutenzione. Il tutto sarà montato all'interno di uno o più robusti armadi metallici e fornirà una tensione stabilizzata in uscita con tolleranza max del 5% in regime dinamico e del 2% in regime statico. Distorsione in uscita con 100% di carico non lineare minore o uguale al 3%. Rendimento totale minore o uguale al 90%. Tempo di sovraccarico: 125% minore o uguale a 10'; 150% minore o uguale a 30". Conformi alle norme 50091 (C.E.I. 74.4), uscita trifase 400 V in opera:

  6. Espansione di autonomia per gruppi statici di continuità completi di armadi di contenimento, organi di protezione, collegamenti interni ed al gruppo di continuità, ingresso trifase 400 V:

  7. Espansioni del pacco batterie per autonomia da 10' fino a 60' per gruppi ingresso trifase 400 V, uscita trifase 400 V:

  8. Schede di accoppiamento per gruppi inverter per il funzionamento in parallelo e di riserva:

  9. Tastierino alfa numerico con display a 35 lettere alfanumerici, completo di scheda di riporto a distanza dei dati sull'inverte con uscita seriale, con possibilità di lettura dei dati di default dell'inverter e con possibilità di ricezione degli allarmi:

  10. Morsetto di derivazione universale a caldo, con piastra intermedia adatto al collegamento fra conduttori tondi e/o a corde del diametro fino a 8 mm, oppure al collegamento fra conduttori tondi o a corde in rame con bandella di larghezza fino a 30 mm oppure al collegamento fra bandelle di larghezza fino 30 mm, completo di bulloni, dadi e rondelle, in opera:

  11. Tubo termoplastico pesante per la protezione dei conduttori, diametro fino a 40 mm, spessore PVC s = 3 mm, compresi gli accessori, in opera:

  12. Giunzione lineare, derivazione od incrocio tra conduttori stessi o altra parte metallica con sovrapposizione dei conduttori mediante brasatura forte, saldatura oppure mediante bullonatura (compresa punzonatura, bullone, rondella, dado diametro M10), chiodatura, avvitamento, compreso ogni mezzo d'opera ed accessori (es. viti, rivetti), in opera:

Impianti di protezione

  1. Smontaggio di parafulmine radioattivo, decontaminazione con vernice spray, preimballaggio in plastica pesante ed imballaggio definitivo in apposito contenitore metallico, sigillatura e compilazione dei documenti di accompagnamento per la spedizione dei materiali radioattivi, compreso ogni mezzo d'opera esclusi oneri per ponteggio, autogru e smaltimento:

  2. Smontaggio di vecchi conduttori sia della rete di raccolta su tetto o terrazzo di qualsiasi tipo sia della rete di scarico e i tratti in facciata compresa la ripresa dei fori a regola d'arte, ma escluso l'eventuale onere del ponteggio o autogrù:

  3. Revisione di vecchi conduttori, sia per la rete di raccolta che di scarico costituita da eventuale spazzolatura e verniciatura dei conduttori, dalla eventuale sostituzione di grappe, viti e bulloni deteriorati, compreso ogni mezzo d'opera escluso eventuali oneri di ponteggio o autogrù, in opera:

  4. Misurazione della resistenza di terra delle puntazze con apposito apparecchio, con distacco dei discendenti e dell'anello di terra e successivo ripristino dei collegamenti, compresa manutenzione degli accessori di collegamento come ingrassaggio, connessioni, eventuali sostituzioni di bullonerie, dadi e rondelle:

  5. Misurazione della continuità elettrica dell'anello di terra fra puntazze contigue con apposito apparecchio, previ distacco dei discendenti e successivo ripristino dei collegamenti, compresa l'eventuale manutenzione degli accessori di collegamento come ingrassaggio, connessioni, eventuali sostituzioni di bullonerie, dadi e rondelle:

Impianti antintrusione

  1. Centrale di allarme a 4 zone in contenitore metallico, espandibile a 8 zone. Inseribile con tastiera o comando a chiave, doppia resistenza di bilanciamento, linea bus seriale max 800 m Memoria 512 eventi. Combinatore telefonico digitale e modem per gestione integrata a distanza. Implementabile con con modulo combinatore e messaggi vocali. 1 uscita relè. Completa di alimentatore, contatto antisabotaggio e tastiera di comando remota:

  2. Sensore antintrusione a doppia tecnologia micoonde + PIR, portata e sensibilità regolabili. Alimentazione 12 Vcc, copertura max 12x12m:

  3. Deviatore a chiave, per comando a distanza. Indicatori a LED, fornito con n. 3 chiavi:

  4. Sirena elettronica, in custodia plastica con dispositivo antisabotaggio, 12 Vcc 10W 720 mA, in opera, autoalimentata completa di batteria:

  5. Contatto magnetico da incasso, tipo NC, dim mm 8x30, portata 15 mm, 4 conduttori:

  6. Contatto magnetico a vista, tipo NC, lungh. mm 34, portata 25 mm, magnete in alnico, custodia bianca:

  7. Tastiera con codificatore numerico di attivazione e disattivazione a zone dell'impianto:


architetto.name