Tetto spiovente e pluviali

Struttura del tetto e capriate

  1. Piccola orditura di listelli di abete a filo sega chiodati su orditura esistente. Comprese le opere murarie, la spalmatura con carbolineum delle parti murate, le forniture accessorie ed ogni altro onere e magistero:

  2. Piccola orditura di listelli di castagno a filo sega chiodati su esistente orditura, la spalmatura con carbolineum delle parti murate, gli sfridi, le forniture accessorie ed ogni altro onere e magistero:

  3. Tavolato per appoggio di tegole. Spessore 25 mm, lavorato e posto in opera compresa la necessaria chiodatura ed ogni onere e magistero:

  4. Struttura di travi lineari in legno lamellare. Compresi i giunti, gli attacchi metallici e la ferramenta necessaria per dare la struttura in opera:

  5. Ammorsatura di travi alla struttura muraria preesistente:

  6. Palombelle in calcestruzzo sagomati nella parte a vista:

  7. Travi in legno di abete, poste in opera con la ferramenta necessaria, compresa la spalmatura con carbolineum delle parti murate, gli sfridi ed ogni altro onere e magistero:

  8. Travi in legno di castagno, poste in opera con la ferramenta necessaria, compresa la spalmatura con carbolineum delle parti murate, gli sfridi ed ogni altro onere e magistero:

  9. Addizionale per la lavorazione di capriate (catene, puntoni, monaci e saettoni). Compresa la ferramenta, le chiodature e tutti gli oneri. Misurata al metro lineare della luce della capriata:

  10. Addizionale per la piallatura delle superfici:

  11. Addizionale per la formazione di palombelle di gronda:

Tegole e manto di copertura

  1. Risanamento del manto di copertura a tegole. Compresa la rimozione, la pulizia e il ricollocamento delle tegole; la sostituzione di tegole e di coppi rotti o mancanti; il fissaggio delle tegole nei colmi, nei compluvi e lungo le linee di gronda con malta di calce e pozzolana. Escluso il costo dei materiali nuovi di rimpiazzo che saranno contabilizzati a parte:

  2. Manto di copertura a tegole su tavolato esistente (tetto spiovente). Compresa la muratura dei filari di gronda e di colmo; la formazione dei colmi e dei diagonali; la predisposizione delle bocchette e delle converse:

  3. Copertura con tegole tipo canadese (≈100x34) rivestite con graniglia di roccia basaltica ceramizzata. Compresa la formazione e l'esecuzione dei colmi, delle converse e dei raccordi; l'incollaggio a fiamma su membrana bituminosa; i materiali occorrenti per il fissaggio della tegola e quanto altro necessario per dare l'opera finita. Esclusa la fornitura della guaina bituminosa:

  4. Revisione della linea di gronda comprendente la rimozione del manto di copertura, impianellato e palombelle. Sostituzione delle palombelle; ripristino della scarpa in muratura; rimontaggio degli elementi di copertura con integrazione di quelli mancanti o rotti. Compreso ogni onere e magistero. Misurato sul filo interno del muro perimetrale:

  5. Tavellinato in laterizio posto in opera su orditura esistente. Comprese opere di muratura ed ogni altro onere e magistero, 500x250x30 mm:

  6. Impianellato in laterizio fatto a mano su orditura esistente. Comprese opere di muratura ed ogni altro onere e magistero, 310x160x25 mm:

  7. Copertura a tetto spiovente con lastre di cemento armate con rete fibrillata (MN/mmq E.M.O.R. superiore a C 20/25, classe A1). Inclusi i pezzi speciali (mezze tegole, diagonali, colmi) e gli accessori. Compresa la formazione di colmi, compluvi e displuvi; il tiro in alto ed ogni altro onere e magistero per dare l'opera compiuta:

  8. Copertura con pannelli in lamiera di acciaio zincato termoisolanti costituiti da una lamiera inferiore di acciaio zincato e verniciato ≠0,6 mm; da uno strato intermedio di schiuma poliuretanica ≠3 cm densità 40 kg/mc; da una lamiera superiore ≠0.45 mm rivestita con asfalto plastico stabilizzato e da una lamina di alluminio:

  9. Lastre traslucide in resina poliestere rinforzata con fibra di vetro, avvitata alla sottostante struttura:

  10. Lastre alveolari in policarbonato ≠6 mm compresi gli appositi profili per il fissaggio alla sottostante struttura e quanto altro occorre per dare l'opera finita:

Gronde e pluviali

  1. Canale di gronda sagomato, di spessore 6/10 mm. Comprese lavorazioni e saldature; staffe dello stesso materiale murate alla distanza di un metro una dall'altra:

  2. Tubi per pluviali dello spessore di 6/10 mm . Comprese lavorazioni e saldature; staffe e gomiti:

  3. Scossalina dello spessore di 6/10 mm sagomata. Comprese lavorazioni e saldature, staffe dello spessore di 2-3 mm dello stesso materiale fissate con tasselli:

  4. Compluvi di lamiera di ferro zincato dello spessore di 6/10 mm. Comprese saldature, chiodature, compresa la verniciatura ad una mano di vernice antiruggine al cromato di zinco

  5. Gronda a doppia parete in PVC, a rinforzi reticolari, quadrangolare esternamente, circolare internamente. Resistenza all'urto 7 kg/cm2; assorbimento all'acqua 0,011%; dilatazione 0,08 mm per grado C° per metro, applicabile per mezzo di anelli elastici a scatto senza ausilio di mastici, prodotto in un materiale sintetico chimicamente composto da elastomeri termoplastici appartenente al gruppo dei copolimeri, compresa doppia staffa (portante e traente) in acciaio Fe42A zincata e plastificata dello spessore di mm 2 da fissare su caldana o tasselli di legno ogni metro.

  6. Scossalina in PVC a doppia parete, munita di anello copri tegola (parete singola) di larghezza mm 55 e di sotto tegola (parete singola) larga mm 175 altezza barra scossalina (doppia parete) mm 220, staffa in acciaio Fe42A zincata e plastificata di spessore mm 2 da posizionare una ogni m 0,80 su caldana o tasselli di legno:

  7. Pluviale in PVC a parete singola munito di imbocco per incastro a caduta, resistente all'urto 7 kg/ cmq, con fermatubo in acciaio Fe42A del diametro di 80 mm, dello spessore di mm 1, zincato e plastificato da posizionare ogni ml 2,00

  8. Terminale di pluviale in tubo di ghisa completo di verniciatura, staffe di ferro murate, opere murarie ed ogni altro onere e magistero per dare il lavoro finito a regola d'arte:

  9. Lastre di piombo lavorato. Comprese saldature, sagomature, tagli, sfridi ed ogni altro onere e magistero:

DEFINIZIONI

Carbolineum
Impregnante per legno, dall'odore persistente, composto da oli di catrame e fenoli. Utilizzato per proteggere manufatti in legno (esterni o murati) dagli agenti atmosferici e dai parassiti. Ha proprietà impermeabilizzanti ed antisettiche.
Travi tipo Trieste
Travi ricavate da piante intere, la forma non ha necessariamente facce parallele in senso longitudinale e non presenta spigoli vivi. Una sola faccia è piana, le restanti tre facce sono sgrossate in modo da correggere i difetti più evidenti. La gran parte delle fibre rimangono integre pertanto risultano meno soggette a svergolamenti ed assestamenti.

architetto.name